In evidenza

G7 IN CANADA, TRAMONTO DELL’OCCIDENTE? di Maurizio Ballistreri dal Blog Fondazione Nenni

Nel 1914 Oswald Spengler completò la sua opera più celebre “Il tramonto dell’Occidente”, pubblicata solo alla fine del primo conflitto mondiale, straordinaria lettura del declino dell’Europa e dei suoi valori, vera e propria analisi di un Occidente spaventato di fronte a sé stesso, messo a conoscenza di ciò che né con Schopenhauer su di un versante, né con Nietzsche su quello opposto, aveva accettato nell’800: la decadenza. E oggi, depurate da una visione quasi pagana e reazionaria tutta intrisa di storicismo, quelle pagine sembrano quasi profetiche, soprattutto alla luce degli ultimi avvenimenti internazionali. Al G7 nel Quebec è andata in scena una rottura senza precedenti (arrivata sino alle contumelie!) dopo la II guerra mondiale, tra gli Stati Uniti di Trump da una parte e le maggiori potenze economiche europee dall’altra assieme al Canada e al Giappone, con una divisione sui dazi e sulle esportazioni, che, in realtà, si deve ascrivere a ...[segue]

Archivio articoli

Le Notizie

Archivio notizie